I Produttori

 

“Il vino è la più attraente e la più affascinante delle bevande”.

Renato Ratti (1934-1988)

 

le AZIENDE SELEZIONATE

Non uno… ma 217 consigli

Nuove ammissioni e verifiche delle aziende già inserite nel nostro gruppo: un panorama ampio e qualificato, fatto di cantine a conduzione familiare e grandi aziende accomunate da una filosofia di produzione attenta e accurata che ha ottenuto l’idoneità dalla nostra Commissione Tecnica di Degustazione “A. Cordero”.

I Nostri Produttori

SCALETTA SIMONE

Ufficio Loc. Manzoni 61 MONFORTE D\’ALBA 12060 (CN)Cellulare: +39 3484912733Sito web: www.simonescaletta.it

Biography

Foto di SCALETTA SIMONE

Simone Scaletta è un giovane viticoltore che produce il proprio vino a Monforte d’Alba, uno degli undici comuni del Barolo. In località Manzoni coltiva cinque ettari di vigne con un approccio naturale, rispettoso della terra e dei suoi frutti. Viglioni, Sarsera, Chirlet e Autin’d Madama sono le quattro vigne che danno il nome ai suoi vini. Dolcetto d’Alba, Barbera d’Alba, Langhe Nebbiolo e Barolo, vini ricchi di personalità e carattere, prodotti con una vinificazione naturale, fatta di travasi al momento opportuno e un affinamento lento, senza necessità di filtrazioni, che permette un’evoluzione equilibrata, autentica e naturale.

******

Simone Scaletta is a young winemaker who makes his own wine at Monforte d’Alba, one of the 11 Barolo towns. He grows in Località Manzoni five hectares of vineyards with a natural approach, in full respect of the earth and its fruits. Viglioni, Sarsera, Autin‘d Madama and Chirlet are his four vineyards which also give the name to his wines. Dolcetto d’Alba, Barbera d’Alba, Langhe Nebbiolo and Barolo are wines rich of personality and character, made by natural vinification, which follow several decantings at the right moment and a slow fining, without filtering, giving a balanced, authentic and natural evolution.

Notes

Barolo Chirlet 2009 (download scheda tecnica_lingua italiana)

Barolo Chirlet 2009 (download technical sheet_english version)

un assaggio poetico

Il Barolo

di Marisa Ferrero e Mario Sandri
che ringraziamo per aver autorizzato la pubblicazione

 

Fu Noè a scoprire il vino, così dice la tradizione
ci sono le prove che la Bibbia aveva ragione
dove approdò l’arca dopo il diluvio universale
il patriarca si prese una sbornia colossale.

Il Barolo è tra i migliori vini italiani
aiuta gli ammalati e fa bene ai sani
a crearlo furono i Marchesi Falletti nell’Ottocento
la sua fama nel mondo si divulgò in ogni momento

Anche Cavour politico e statista
dell’Unità d’Italia fu artefice ed artista
da sindaco di Grinzane favorì lo sviluppo del Nebbiolo
e apprezzò il profumo e il gusto del vino Barolo

Il Re dei Vini, il vino dei Re è da tutti definito
anche Re Carlo Alberto ne fu così colpito
che la Marchesa da Barolo fece partire botti di vino
su una lunga fila di carri che entravano in Torino

Il Barolo giunse fino alla casa reale
Carlo Alberto disse: questo vino realmente vale
su colline fertili e terreno ubertoso
si coltiva il Nebbiolo, vitigno prezioso.

Questo vino nel calice brilla come un rubino.
Si presenta maestoso ed il suo spirito Divino
a tutti i palati è davvero gradevole
ha avuto il nome da un paese incantevole.

17 marzo 2011, 150° Anniversario dell’Unità d’Italia

 

ORARIO

INFO