I Produttori

 

“Il vino è la più attraente e la più affascinante delle bevande”.

Renato Ratti (1934-1988)

 

le AZIENDE SELEZIONATE

Non uno… ma 217 consigli

Nuove ammissioni e verifiche delle aziende già inserite nel nostro gruppo: un panorama ampio e qualificato, fatto di cantine a conduzione familiare e grandi aziende accomunate da una filosofia di produzione attenta e accurata che ha ottenuto l’idoneità dalla nostra Commissione Tecnica di Degustazione “A. Cordero”.

I Nostri Produttori

CANTINE GEMMA

Ufficio Via Mazzini, 19 SERRALUNGA D’ALBA 12050 (CN)Telefono ufficio: +390173613502Sito web: www.gemmacantine.it

Biography

Foto di CANTINE GEMMA

Gemma nasce nel 1978 quando Silvano Piacentini decide di fondare una nuova realtà produttiva nella zona di produzione del Barolo, nel comune di Serralunga d’Alba, all’interno di una vecchia cantina già proprietà dell’Opera Pia Barolo dei Marchesi Falletti collocata nel centro storico del paese a ridosso dello storico castello medievale (i locali risultano oggi completamente ristrutturati e dotati di moderne attrezzature di vinificazione e di un nuovo parco botti).Nel corso del 2012 l’azienda si è dotata di una nuova e moderna struttura, realizzata con tecniche costruttive innovative dove si attua l’intero processo produttivo, dalla vinificazione all’imbottigliamento e spedizione, tale struttura si trova a pochi chilometri di distanza dalla sede storica in via Alba 11/C.’azienda Gemma dispone di una proprietà diretta di vigneti pari a circa 25 ettari, distribuiti tra diversi comuni delle Langhe tra cui Serralunga d’Alba e Monforte d’Alba, di cui il 65% rappresentato da impianti di Nebbiolo da Barolo. A Serralunga d’Alba l’azienda conduce vigneti in località Cerrati e Collareto, mentre a Monforte d’Alba è coltivato il cru Giubellini (da cui l’omonimo Barolo Giblìn). Anche il figlio di Silvano, Luigi, dopo varie esperienze in importanti aziende vinicole italiane, partecipa all’attività aziendale occupandosi della parte commerciale e del marketing.
A partire dal 1990 entra a far parte dell’azienda Giorgio Barbero, enologo, collaboratore della Facoltà di Agraria dell’Università di Torino e presidente di una commissione di degustazione presso l’ente di certificazione incaricato dal Consorzio di Tutela, nonchè consulente vitivinicolo, con il compito di supervisionare e sviluppare tutte le attività riguardanti la parte agronomica ed enologica.

******

Gemma came into being in 1978, when Silvano Piacentini decided to found a new wine producing enterprise in the commune of Serralunga d’Alba, located inside an old winery which had formerly belonged to the Marchesi Falletti’s Opera Pia Barolo (the premises have now been completely renovated, with state-of-theart vinification equipment and new barrels). The Gemma company actually owns around 16 hectares (39.5 acres) of vineyards – divided up between the communes of Serralunga and Monforte d’Alba, of which 65% consist of plantings of Nebbiolo for Barolo.
In 1990, Giorgio Barbero joined the company. He works with the Faculty of Agriculture at Turin University, and it is he who is responsible for supervising and developing all of Cantine Gemma’s viticultural and winemaking operations.

un assaggio poetico

Il Barolo

di Marisa Ferrero e Mario Sandri
che ringraziamo per aver autorizzato la pubblicazione

 

Fu Noè a scoprire il vino, così dice la tradizione
ci sono le prove che la Bibbia aveva ragione
dove approdò l’arca dopo il diluvio universale
il patriarca si prese una sbornia colossale.

Il Barolo è tra i migliori vini italiani
aiuta gli ammalati e fa bene ai sani
a crearlo furono i Marchesi Falletti nell’Ottocento
la sua fama nel mondo si divulgò in ogni momento

Anche Cavour politico e statista
dell’Unità d’Italia fu artefice ed artista
da sindaco di Grinzane favorì lo sviluppo del Nebbiolo
e apprezzò il profumo e il gusto del vino Barolo

Il Re dei Vini, il vino dei Re è da tutti definito
anche Re Carlo Alberto ne fu così colpito
che la Marchesa da Barolo fece partire botti di vino
su una lunga fila di carri che entravano in Torino

Il Barolo giunse fino alla casa reale
Carlo Alberto disse: questo vino realmente vale
su colline fertili e terreno ubertoso
si coltiva il Nebbiolo, vitigno prezioso.

Questo vino nel calice brilla come un rubino.
Si presenta maestoso ed il suo spirito Divino
a tutti i palati è davvero gradevole
ha avuto il nome da un paese incantevole.

17 marzo 2011, 150° Anniversario dell’Unità d’Italia

 

ORARIO

INFO