I Produttori

 

“Il vino è la più attraente e la più affascinante delle bevande”.

Renato Ratti (1934-1988)

 

le AZIENDE SELEZIONATE

Non uno… ma 217 consigli

Nuove ammissioni e verifiche delle aziende già inserite nel nostro gruppo: un panorama ampio e qualificato, fatto di cantine a conduzione familiare e grandi aziende accomunate da una filosofia di produzione attenta e accurata che ha ottenuto l’idoneità dalla nostra Commissione Tecnica di Degustazione “A. Cordero”.

I Nostri Produttori

CAGLIERO S. S.

Ufficio Via Monforte, 34 BAROLO CN 12060 ItaliaTelefono ufficio: +39 0173 56250Cellulare: +39 348 4082975Sito web: www.cagliero.com

Biography

Foto di CAGLIERO S. S.

La passione e l’ amore per i vini e le tradizioni delle Langhe sono da sempre tra le radici più profonde della famiglia Cagliero.  I Cagliero, infatti, si innestano sul robusto ceppo di una delle più antiche famiglie di viticoltori del Barolese, come dimostrano documenti storici che risalgono intorno al 1500.    I difficili anni di inizio del ventesimo secolo, caratterizzati dall’arrivo delle grandi malattie della vite, costrinsero la famiglia Cagliero, come tante famiglie di viticoltori, ad allontanarsi dalle proprie terre, amate ma avare, e a cercare fortuna in città.  Nonostante ciò la presenza a Barolo fu comunque assicurata in quegli anni dallo zio Giovan Battista, che continuò ad accudire con amore e tenacia le vigne della tenuta di famiglia. Fu  Mario Cagliero, capostipite delle nuove generazioni, a sentire l’esigenza di fare ritorno, dopo i successi ottenuti in città, alle proprie radici langarole, alla ricerca di quell’identità familiare e contadina di viticoltore mai dimenticata.Ebbe inizio cosi’ un lungo e difficile cammino, volto a ricostruire l’antica tenuta di Casa Cagliero e a riassaporare le tradizioni barolesi della famiglia. Oggi prosegue la gestione e lo sviluppo dell’azienda agricola grazie anche all’apporto di nuove energie e di nuovi strumenti.  Vi invitiamo allora nella tenuta Casa Cagliero, nei poderi TERLI, RAVERA, GALLO, STRA’, o anche solo nella ” vigna di nonna Marcellina”, per riassaporare insieme i gusti e le tradizioni delle Langhe.

*****

Passion and love for wines together with the traditions of the Langhe have always been deep-routed in the Cagliero family.
In fact, the Cagliero is one of the oldest family of wine growers of the Barolo region. Historical documents dating back to the years 1500 prove it.
At the beginning of the last century because of the terrible deseases of the vineyards, the family Cagliero, as well as many other wine growers, was forced to abandon their beloved but miserly estate to go and seek fortune in town.
In spite of all, during that period, uncle Gian Battista with love and heart took care of the vineyards of the Cagliero family at Barolo.
Because the work in town turned out to be a success, Mario Cagliero head of the new generation, felt the necessity to return to the roots of the Langhe. He wanted to rediscover the peasant and family identity of the wine grower which had never been forgotten.
This was the start of a long and difficult way which head to the reconstruction of the old estate of the Cagliero in order to enjoy again the family traditions of Barolo. You are warmely invitated to the Cagliero estate to enjoy once again the tastes and traditions of the Langhe either at the TERLI, RAVERA, GALLO, STRA’ properties or simply at the vineyards of “Granny Marcellina”

un assaggio poetico

Il Barolo

di Marisa Ferrero e Mario Sandri
che ringraziamo per aver autorizzato la pubblicazione

 

Fu Noè a scoprire il vino, così dice la tradizione
ci sono le prove che la Bibbia aveva ragione
dove approdò l’arca dopo il diluvio universale
il patriarca si prese una sbornia colossale.

Il Barolo è tra i migliori vini italiani
aiuta gli ammalati e fa bene ai sani
a crearlo furono i Marchesi Falletti nell’Ottocento
la sua fama nel mondo si divulgò in ogni momento

Anche Cavour politico e statista
dell’Unità d’Italia fu artefice ed artista
da sindaco di Grinzane favorì lo sviluppo del Nebbiolo
e apprezzò il profumo e il gusto del vino Barolo

Il Re dei Vini, il vino dei Re è da tutti definito
anche Re Carlo Alberto ne fu così colpito
che la Marchesa da Barolo fece partire botti di vino
su una lunga fila di carri che entravano in Torino

Il Barolo giunse fino alla casa reale
Carlo Alberto disse: questo vino realmente vale
su colline fertili e terreno ubertoso
si coltiva il Nebbiolo, vitigno prezioso.

Questo vino nel calice brilla come un rubino.
Si presenta maestoso ed il suo spirito Divino
a tutti i palati è davvero gradevole
ha avuto il nome da un paese incantevole.

17 marzo 2011, 150° Anniversario dell’Unità d’Italia

 

ORARIO

INFO