I Produttori

 

“Il vino è la più attraente e la più affascinante delle bevande”.

Renato Ratti (1934-1988)

 

le AZIENDE SELEZIONATE

Non uno… ma 217 consigli

Nuove ammissioni e verifiche delle aziende già inserite nel nostro gruppo: un panorama ampio e qualificato, fatto di cantine a conduzione familiare e grandi aziende accomunate da una filosofia di produzione attenta e accurata che ha ottenuto l’idoneità dalla nostra Commissione Tecnica di Degustazione “A. Cordero”.

I Nostri Produttori

CABUTTO La Volta

Ufficio Via San Pietro, 13 Via San Pietro, 13 BAROLO CN 12060 ItaliaTelefono ufficio: +39 0173 56168Sito web: www.cabuttobarolo.com

Biography

Foto di CABUTTO La Volta

La famiglia Cabutto è uno degli storici produttori di Barolo. La storia dell’azienda inizia negli anni ’20 del secolo scorso quando il capostipite Domenico Cabutto acquista la cascina della Volta, direttamente dal Marchese Gastone di Mirafiori, nipote di ramo cadetto del re d’Italia Vittorio Emanuele II.
Il nome Cabutto è sinonimo di vigneti di proprietà, con oltre 20 ettari vitati dislocati principalmente nelle aree più pregiate delle Langhe, esclusivamente nelle zone vocate alla produzione della DOCG Barolo, con un chiaro intento: vinificare uve provenienti da colline diverse e da esposizioni differenti che apportino peculiarità uniche al prodotto finito, il nostro Barolo Tradizionale.
L’attenzione alla qualità, la ricerca e lo studio delle caratteristiche organolettiche dei singoli appezzamenti, danno vita a vini che esprimono il vero carattere varietale dell’uva con purezza ed eleganza. La nostra famiglia sin dagli inizi, ha prodotto Barolo Tradizionale: assemblando tutte le uve provenienti dai vari vigneti, con macerazioni di 25 – 30 giorni e maturazione del vino in botti di rovere di Slavonia di medie e grandi dimensioni.
Abbiamo sempre creduto nell’importanza del terroir e dedicato un’attenzione certosina alla realizzazione di vini eccellenti, che ben rappresentassero le peculiarità del territorio e che facessero conoscere il nome del Barolo nel mondo.
Ecologico, ecosostenibile, ecocompatibile sono termini entrati di prepotenza nelle nostre vite. Siamo tutti più interessati all’ambiente che ci circonda, alla salubrità e qualità dei prodotti che consumiamo e a tenere un atteggiamento più rispettoso e responsabile verso la natura.
Per chi come noi è abituato a lavorare da sempre a stretto contatto con la terra rispettando la stagionalità e le caratteristiche del suolo, questi sono valori fondamentali che accompagnano la quotidianità. Per un vignaiolo la terra è il principale compagno di lavoro, da accudire, seguire, tutelare e rispettare: da sempre infatti ci siamo impegnati rispettando regole di coltivazione dedicate al rispetto della biodiversità.

*****

The Cabutto family is a well-known producer of Barolo wine. The history of this company dates back to the second decade of the last century, when the founder Domenico Cabutto bought the farmstead of Volta, from Marquis Gastone di Mirafiori, cadet nephew of Vittorio Emanuele II, King of Italy.
Cabutto, its name is synonymous with its estate vineyards. More than 20 hectares of vines mainly located in the best plots of the Langhe, a region dedicated to the production of the DOCG Barolo, destined to a single purpose: making wine from grapes from different hills and expositions, which bring up a unique peculiarity to the final product, our traditional Barolo.
Attention to quality, research and the study of the organoleptic characteristics of the soil, give life to a wine that conveys the true varietal character of the grape in all its purity and refinement. Our family has been taking care of the whole production process since the beginning – from collecting the grapes from several vineyards to the macerations, which takes from 25 to 30 days, and the ageing of the wine in medium to large barrels made of Slavonian oak.
We have always believed in the importance of the terroir and dedicated all our attention and care to every aspect of making an excellent wine, one that could represent the peculiarities of the region and make the name of Barolo well-known all over the world.
Eco-friendly, sustainable and environmentally safe are words that have become of daily use. All of us are concerned about the environment, the healthiness and quality of the products we consume, and having a more respectful and responsible attitude towards nature.
To those who, like us, work close to the land; who take care to cultivate in the proper season and according to the properties of the soil – these are essential values that go hand in hand with the daily routine. For a wine maker, the land is his or her main workmate. So it is only natural that we care, follow, protect and respect it. In fact, we are committed to respect all farming regulations regarding biodiversity.

un assaggio poetico

Il Barolo

di Marisa Ferrero e Mario Sandri
che ringraziamo per aver autorizzato la pubblicazione

 

Fu Noè a scoprire il vino, così dice la tradizione
ci sono le prove che la Bibbia aveva ragione
dove approdò l’arca dopo il diluvio universale
il patriarca si prese una sbornia colossale.

Il Barolo è tra i migliori vini italiani
aiuta gli ammalati e fa bene ai sani
a crearlo furono i Marchesi Falletti nell’Ottocento
la sua fama nel mondo si divulgò in ogni momento

Anche Cavour politico e statista
dell’Unità d’Italia fu artefice ed artista
da sindaco di Grinzane favorì lo sviluppo del Nebbiolo
e apprezzò il profumo e il gusto del vino Barolo

Il Re dei Vini, il vino dei Re è da tutti definito
anche Re Carlo Alberto ne fu così colpito
che la Marchesa da Barolo fece partire botti di vino
su una lunga fila di carri che entravano in Torino

Il Barolo giunse fino alla casa reale
Carlo Alberto disse: questo vino realmente vale
su colline fertili e terreno ubertoso
si coltiva il Nebbiolo, vitigno prezioso.

Questo vino nel calice brilla come un rubino.
Si presenta maestoso ed il suo spirito Divino
a tutti i palati è davvero gradevole
ha avuto il nome da un paese incantevole.

17 marzo 2011, 150° Anniversario dell’Unità d’Italia

 

ORARIO

INFO